Benvenuti nel sito del Club Scherma Chivasso

Qui sono disponibili tutte le informazioni che potranno permettervi di conoscerci meglio e, magari, avvicinarvi alla scherma, questa meravigliosa disciplina sportiva che da sempre è plurimedagliata ai giochi olimpici...

40 ANNI DI SCHERMA (1976-2016)
 


S T A G I O N E  2 0 1 6 / 2 0 1 7


 
Palestra di via Marconi 6 - CHIVASSO

  "Orari" e "Iscrizioni". Qualunque informazione: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Notizie flash
Andrea Cambursano e Ludovico Guzzo ai Campionati Universitari
Il 14 e 15 giugno a Modena si sono svolti i Campionati Nazionali Universitari di Scherma, gara dedicata a quegli sportivi iscritti ai vari Atenei d’Italia e ai loro Centri Universitari Sportivi (CUS).
Tra i rappresentanti del CUS Torino, due atleti del Club Scherma Chivasso, anche se definirli solo atleti è riduttivo, perché sono anche membri dello staff tecnico e valenti istruttori della Società cittadina: Andrea CAMBURSANO e Ludovico GUZZO. Il primo si cimenterà nelle gare di Spada il 14 e Fioretto il 15, mentre Ludovico preferisce dedicarsi solo alla spada, pur essendo un abile fiorettista, dovendo dare appunto un esame in Facoltà nei giorni successivi alla gara...
La gara di spada parte molto bene e vede i nostri atleti al 2° e 3° posto dopo i gironi. Ma la scherma è uno sport imprevedibile e la gara finisce con un 9° posto per Andrea e un 17° per Ludovico, ottime posizioni in ogni caso.
Andrea affronta quindi la gara di fioretto con la grinta di chi vuole la rivincita e lo dimostra da subito, ottenendo 6 vittorie ed una sola sconfitta al girone, prestazione che gli fa guadagnare il 1° posto dopo i gironi. Gli avversari si susseguono nelle eliminatorie dirette e ad Andrea l’arduo compito di scalare la classifica, fino all’ambitissima finale ad 8. Per la scalata al podio, con un netto 15 a 4, sbaraglia il bresciano FANTONI e si guadagna un posto tra i primi 3. È solo dopo un assalto lungo e faticoso, tirato con tecnica e abilità che Andrea deve cedere il posto al milanese DE SANTIS ed “accontentarsi” di un ottimo bronzo.
È la chiusura di una stagione che per il Club Scherma Chivasso è stata molto proficua e che ha visto il piccolo Club chivassese trionfare non solo in ambito territoriale, ma anche Nazionale. Il maestro Giulia MAZZOLI non può far altro che sorridere ed essere orgogliosa, insieme a tutto il suo staff, dell’ottimo lavoro svolto!
Il link nel sito del CUSTorino nella categoria scherma. Di seguito la lettera di ringraziamento verso il nostro Club da parte del Presidente del CUS Torino D'Elicio:
 
Antonio: La Pagella Di Fine Stagione
Pagella Di Fine Stagione 2016

GIULIA: VOTO 10; ogni anno che passa non si può non notare la sua solita e infinita voglia di insegnare lo sport che più le sta a cuore.

CARLO: VOTO 9; nel caso qualcuno non lo conoscesse è quello che quando attacca a parlare non la smette più. Se dovesse capitarvi di parlarci dovrete sperare nell'intervento di qualche buon samaritano per liberarvene.

BRUNO: VOTO 10; descriverlo? No di certo, si andrebbero a limitare i confini della perfezione. COLONNA D'ERCOLE

LAURA:VOTO 8; assente per quasi tutto l'anno. Il motivo? Per noi è più che giustificata.

FILIPPO: VOTO 9; tutte le lezioni mostra sempre grande maestria e personalità. Contrariamente a quanto indica la carta d'identità, l'agilità e i riflessi rimangono grandi come un tempo. LEGGENDA.

TIZIANO/MAURIZIO: VOTO 10; nonostante il divieto di esporre il marchio del proprio club applicato per le dirette televisive ai Campionati Europei paralimpici svoltisi a Casale Monferrato, la loro più geniale idea per rispettarlo fu quella di presentarsi davanti alle telecamere con la felpa degli armieri, che ha scritto sul retro in gran luce:"Club Scherma Chivasso". Entrambi con tremenda personalità. GLI INTREPIDI INTOCCABILI.                                                                                                     

MARCO: VOTO 9; gran maestro del club. Le sue lezioni sono sempre esaustive e impegnative tanto che a volte qualcuno cerca di nascondersi alla sua vista per non farsi beccare. Ha grande tecnica e mostra tanta passione per questo sport. 

FLORA: VOTO 9; prende il posto di preparatore atletico sostituendo la principale esperta Laura. Grande dimestichezza e personalità.                            

SILVIA: VOTO 8,5; non molto presente ma ogni volta che viene chiamata in causa riesce a trovare e fornire tutte le informazioni che le vengono richieste.

CHICCO: VOTO 8,5; solita classe e grande tecnica. Si sarebbe meritato un 10 ma visto che ha avuto la faccia tosta di laurearsi e di non farlo sapere ad anima viva io direi che l'8,5 è più che sufficente. IL MISTERIOSO.

GIORGIO: VOTO 8; mantiene il suo ruolo all'interno del club. Sparisce misteriosamente verso Marzo. Qualcuno dice che sia partito per lavoro, viaggiando verso la Bolivia. IL DISPERSO.

FEDERICA: Cosa dire? VOTO 10.

LUIGI: VOTO 9; ricopre ormai alla grande il suo ruolo di dirigente. INDISPENSABILE.

PIETRO MARIA: VOTO 10; per lui  questo sarà l'ultimo anno di gare. Chiude la sua attività agonistica partecipando anche ai Campionati Europei Di Casale Monferrato. La sua è una carriera da incorniciare.

ANTONIO: VOTO 8,5; con l'ultima lezione di Lunedì ha toccato quota 100 presenze stagionali con zero assenze. Accumula esperienza di giorno in giorno. TITOLARE FISSO.

FRANCESCO: VOTO 5; una stagione tutto sommato positiva per lui. Il motivo della bassa valutazione è una punizione alla frase ingiuriosa rivolta a sua madre in occasione della mini alluvione di una settimana fa. Questo il dialogo. Lui " Mamma ma l'acqua è arrivata fino ai davanzali!!"  Lei " Ma no cosa dici non toccava neanche i 30 centimetri"  Lui " Ma no cosa dici, NON HAI PROPRIO IL SENSO DELLA MISURA". Questa frase venne rivolta ad una maestra che insegna scherma da 40 anni. GIOVANE ARROGANTE.

ANDREA: VOTO 8,5; una rottura di scatole infinita riguardo alla tecnica e alla tattica di gioco. Tutte qualità e caretteristiche che cerca di migliorare in ogni atleta che passa sotto le sue lezioni. PERFEZIONISTA.

PIETRO D'ATTELLIS: VOTO 7; "Quarto Grado", "Servizio Pubblico", la Strada Dei Miracoli, "Mistero", "Report", "Blu Notte Misteri Italiani" o forse no; meglio "Chi L'ha Visto". Abbiamo un servizio per voi. IL LATITANTE

CHIARA: VOTO 8; come già detto, accumula sempre più esperienza nella spada. Dovrebbe riprendere qualche lezione di fioretto, così giusto per ricordarsi che qualche volta si può anche parare. STAR AFFERMATA.

SARA: VOTO 8; altra grande colonna, vieni in palestra per fare preparazione atletica dopo aver passato almeno due ore in piscina. GRANDE ATLETA.

MARZIA: VOTO 8; raggiunge il secondo gradino del podio ai nazionali di Riccione. Accresce l'interesse per la spada rispetto al fioretto.

DAVIDE: VOTO 7,5; passa tutto l'anno a richiedere delle nuove impugnature per i suoi fioretti. Quando finalmente riesce ad ottenerle e a farsele montare sulle armi si assenta dall'attività per motivi sconosciuti. AI LIMITI DELLA SOPPORTAZIONE.

DIEGO/ERMANNO/RAOUL: VOTO 4; avete capito proprio bene. Questi tre fenomeni insieme non raggiungono neanche la sufficenza. Il primo riesce  a perdersi in un bicchier d'acqua ogni volta che scende in pedana. Il secondo sembra appartenere ad un'altro mondo ogni volta che mette piede in palestra. Il terzo invece si mette a prendere per i fondelli gli arbitri di un campionato europeo, battendogli le mani in faccia e mostrandosi presuntuosamente più esperto e capace. L'unica cosa positiva? SONO TUTTI E TRE MOLTO SIMPATICI. (A VOLTE).

FEDERICO: VOTO 4,5; anche lui avrebbe ottenuto una valutizone più alta se solo si fosse accorto prima che il nome che ogni tiratore ha sulla schiena è in realtà quello del proprio cognome e non di un soprannome dato a caso. INESPERTO.

MARCO CAPRA: VOTO 5,5; nel caso le informazioni raccolte su Pietro D'Attellis non fossero sufficenti, il servizio si potrebbe benissimo fare su di lui. IL LATITANTE PARTE DUE

ANDREA: VOTO 6,5; nuovo arrivato si infortuna a metà stagione e passa l'altra metà a riprendere la giusta forma. Questo gli impedisce di mostrare tutto il suo potenziale. LIMITATO.

ALESSANDRO: VOTO 7,5; allievo del latitante Pietro D'Attellis e presentato come nuovo arrivo del mercato di giugno sembra avere grandi margini di crescita. SCOMMESSA FUTURA.

STEFANO: VOTO 7; grande ritorno dopo un lungo periodo di assenza.

GIACOMO: VOTO 7; non mostra al meglio tutte le sue capacità, come potrebbe benissimo fare. DISCRETO.

SUSANNA: VOTO 7; anche lei nuovo arrivo di quest'anno riesce ad attaccare parola facilmente con chiunque, cosa non da tutti.

ELIA: S.V
 
GPG 2016 - Marzia è argento!
Termina oggi, lunedì 2 maggio, la settimana agonistica più importante per gli schermitori dell’Under 14, si è svolto, infatti, a Riccione, il Gran Premio Giovanissimi Trofeo Renzo Nostini, ossia il Campionato Italiano per le categorie sotto i 14 anni.
In trasferta il Dream Team Chivassese composto da CENA Marzia, FUOCO Chiara e GAROFALO Sara, in campo per la gara di spada femminile Allieve, guidate dal Maestro di sala Giulia MAZZOLI, direttore e punto di riferimento importante per il Club cittadino.
Le ragazze hanno lavorato tutto l’anno in preparazione di questa difficile gara: non solo è l’appuntamento più importante della stagione agonistica, ma è anche una gara complessa dal punto di vista psicologico per gli atleti che, abituati ai piccoli numeri delle gare Regionali e Interregionali, si scontrano con i grandi numeri di un Trofeo Nazionale.
Sono 146 le atlete ai nastri di partenza e le nostre tre moschettiere iniziano la loro ascesa, ricercando tutte il massimo risultato.
È Sara la prima a doversi fermare, dovendosi “accontentare” di un 79° posto, ma consapevole di tirare in un’arma che non è la sua prediletta: Sara è infatti una promettente fiorettista ed il giorno prima, nella gara di fioretto Allieve, si merita un 18 posto, in una gara di quasi 100 atlete.
Chiara viene fermata poco dopo, portandosi a casa un 37°  posto, segnale che le basi ci sono e che con l’impegno ed il lavoro, il risultato verrà di sicuro.
Infine Marzia tiene duro per tutte e tre, scalando la classifica, ottenendo un posto nella finale a 8, poi un posto sul podio, infine l’accesso all’assalto della finalissima. Sotto la guida della sua maestra, Marzia mette a segno una stoccata dopo l’altra. In finale dovrà però cedere il posto alla novarese Pieracciani, vincitrice anche del Gran Prix, ovvero della sommatoria dei punteggi delle tre prove nazionali di Gran Prix, svoltesi durante l’anno; resta la magra consolazione che comunque il titolo italiano rimarrà in Piemonte.
Il maestro Giulia MAZZOLI e tutto il suo staff di tecnici possono essere orgogliosi del risultato che è stato ottenuto in questo Campionato Italiano. Un argento che mostrano orgogliosi e che sancisce tutti gli sforzi, lo studio e l’impegno messo per portare avanti uno sport, una passione, un progetto comune.

Marzia Cena con il Maestro Giulia Mazzoli
 
 
B1 per il fioretto e Promozione in B2 per la squadra maschile di Spada
Caorle, 23 aprile 2016
Riecco i 4 moschettieri (anzi, cinque!)
Fine settimana sugli allori per la squadra chivassese in gara nel doppio impegno ai campionati italiani a squadre maschile nel fioretto e nella spada.
Venerdi 22 aprile salgono in pedana, per la gara di fioretto serie B1, Filippo Bionda, Andrea Cambursano, Ludovico (Chicco) Guzzo, Pietro D'Attelis assistiti a fondo pedana da Giorgio Spada. Un buon girone permette alla squadra di accedere al tabellone dei play off dove purtroppo trovano sulla propria strada subito la Fides Livorno, squadra blasonata di grande tradizione nel fioretto, che blocca, purtroppo, la prosecuzione nel torneo dei nostri atleti con un 45 a 35. Rimane comunque una dimostrazione di un'ottima prestazione che permette comunque ai chivassesi di rimanere nella serie cadetta, vicinissimi all'olimpo della scherma italiana. A onor di cronaca c'è da segnalare che la Fides Livorno vincerà poi il torneo riprendendosi il meritatissimo posto in serie A.
Il giorno successivo (oggi ndr) è stato più denso di soddisfazioni. La gara a squadre di spada partiva con ai blocchi ben 24 squadre, tutte a giocarsi la permanenza in serie C (ben 10 saranno destinate alla retrocessione) o l'ambita promozione in B. Avvicendamento al lato tecnico dove Pietro, lasciando il posto a Giorgio per la gara, guida la squadra da fondo pedana. Due vittorie e una sconfitta, nei gironi, classificano la nostra squadra al sesto posto aprendo loro il tabellone dei quarti di finale dove vanno ad affrontare la Polisportiva Scherma Bergamo. Una gara molto tirata ed equilibrata che i nostri riescono a portare a fondo con solo due stoccate di differenza: 45 a 43, accedendo di conseguenza alla semifinale. Qui vanno ad affrontare la Fondazione Marcantonio Bentegodi di Verona che ferma i chivassesi alle 31 stoccate arrivando prima loro alle 45 richieste per la vittoria. Resta comunque a disposizione la finalina che, se vinta, porterebbe la compagine bianco rossa a conquistare il podio e la serie cadetta. Lo scoglio da superare è la Grifo Scherma di Imola squadra ostica e ben preparata a livello tecnico. Gli assalti sono tutti equilibrati ma il guizzo in più lo raggiungono i nostri che riescono a mettere le ormai classiche due stoccate in più: 43 a 41, bronzo al collo e serie B conquistata anche nella Spada.
Trasferta profiqua quindi per i nostri moschettieri, portati in alto i colori del Club Scherma Chivasso, missione compiuta.
Il nostro regalo alla storia del Club, BUON COMPLEANNO!!  I nostri primi quarant'anni (1976-2016)
Giorgio Spada, Ludovico Guzzo, Andrea Cambursano, Filippo Bionda
 
2016 Buon inizio anno per i colori del Club
Sabato 30 gennaio e domenica 31 presso il Palabrebanca di Cuneo si sono svolti i Campionati piemontesi di spada e fioretto under 14. Per la categoria spada femminile allieve il club scherma ha schierato le atlete CHIARA FUOCO e MARZIA CENA che hanno tirato con impegno ed entusiasmo seguendo i consigli della giovane caparbia allenatrice FEDERICA CIPOLLARO la quale, stoccata dopo stoccata, le ha guidate lungo il percorso. Percorso che per Fuoco si e' fermato per entrare tra le sedici finaliste mentre Cena ha guadagnato un dignitoso terzo posto, battuta per 15 a 11 solo dalla campionessa italiana in carica.
Ben piu' nutrito il gruppo di fiorettisti chivassesi di domenica: nella categoria maschietti troviamo LORENZO FUOCO, GIORGIO BONO e TUDOR TURTU; nella categoria giovanissimi VALERIO BOCCHI, HARUKI ANELLI e AMEDEO BORGARELLO,; nella categoria Allieve SARA GAROFALO e MARZIA CENA. Partono i giovanissimi seguiti dal giovane allenatore ANDREA CAMBURSANO che con pazienza e tenacia dispensa consigli. Stoccata dopo stoccata si arriva al derby chivassese Anelli contro Borgarello... con vittoria di Anelli. Alla fine del torneo i nostri ottengono piazzamenti di tutto rispetto: nono posto per Borgarello, ottavo posto per Anelli e sesto posto per Bocchi.
E' la volta dei piu' piccoli, i maschietti, seguiti dagli allenatori Cambursano e Cipollaro. Emozionati ma decisi, anche loro non demordono e si piazzano in posizioni degne di attenzione: Turtu al quindicesimo posto pagando lo scotto dell'emozione,  Bono al sesto posto e, grande Lorenzo Fuoco medaglia di bronzo.
Nel pomeriggio tocca alle Allieve, anch'esse seguite da Cipollaro e Cambursano. Le nostre due si difendono decisamente bene e terminano la gara con un meritatissimo quinto posto di Garofalo e l'oro di Cena. La stessa Cena, laureatasi campionessa piemontese 2015/2016 e' anche stata premiata come campionessa piemontese uscente.
Nello stesso si e' svolta la seconda prova di qualificazione nazionale di scherma paraolimpica a Busto Arsizio. Il chivassese Pietro Maria Ghiosso ha tenuto alti i colori del nostro club scherma partecipando alle gare di spada e fioretto. Grande soddisfazione per il meritatissimo bronzo nel fioretto e il quinto posto nella spada.
Come al solito il Club Scherma Chivasso e' stato grande! Cosi' come e' grande l'amicizia che lega tutti gli atleti, grandi e piccini!
 
logo image
Sondaggi
Come sei arrivato sin qui?
 
Chi è online
 3 visitatori online
Archivio
Banner